Martedì, 21/11/2017
Ora:
Confraternita
Confraternita del Beato Marzio

La Confraternita del Beato Marzio, eretta il 25 febbraio 2001 mediante Decrecto del Vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino Sergio Goretti, fu consacrata l'8 ottobre 2010 a Maria Santissima del Carmelo.
La sede è presso la Chiesa Parrocchiale di Pieve di Compresseto. Il suo scopo è promuovere sia gli atti di culto sia le iniziative di carità, oltre a favorie la devozione al Beato Marzio (compatrono di Pieve di Compresseto insieme a San Macario).
Tra gli impegni della Confraternita vi sono: Adorazione Eucaristica, adozioni a distanza, celebrazioni di Messe per i propri Confratelli e Consorelle, pellegrinaggi e attività editoriali.
La Confraternita si è impegnata anche nel campo artistico restaurando diverse opere d'arte presenti nella chiesa parrocchiale. I restauri più importanti: tela raffigurante Sacro Cuore di Gesù, quadro di Incoronazione di Maria Assunta, antico reliquiario dove è conservata una tibia del Beato Marzio, Crocefisso ligneo cinquecentesco e la statua cinquecentesca del Cristo Risorto.
La Confraternita ha commissionato inoltre alla scultrice Maria Clara Gatti una statua raffigurante il Beato Marzio.
La veste dei Confratelli consiste in un mantello rosso con ornamenti e fregi d'orati e di uno stemma su cui campeggia la croce Tau (simbolo del francescanesimo), la corona del Santo Rosario, la colomba dello Spirito Santo ed infine sullo sfondo il Castello di Pieve di Compresseto (ove il Beato nacque).
la Confraternità ha istituito, inoltre, il "Premio Beato Marzio" conferito a coloro che si sono distinti nel promuovere la figura del Santo.
Il premio è stato assegnato a:

2012 - Riccardo Farabi
   “Per aver favorito la conoscenza del Beato Marzio e di Pieve di Compresseto nel mondo attraverso il sito internet da lui realizzato”.

2014 - Don Stefano Bastianelli
   “Per i suoi 30 anni di fedele e instancabile opera apostolica”.

2016 - Circolo Combattenti e Reduci di Pieve di Compresseto
   “Per la sua opera di aggregazione sociale e promozione di attività socio-culturali”.